Il Parco dedicato a Biamonti non corrisponde ad un uno spazio geografico con limiti amministrativi ma è un itinerario che, attraversando le campagne, diventa occasione per osservare il paesaggio rurale tuttora riconoscibile grazie ai produttori ancora presenti sul
territorio. Da qui l’idea di promuovere l’aspetto “produttivo” del parco non separatamente dai suoi valori letterari e culturali, superando la visione normativa di ispirazione naturalistica che ha informato la gestione dei parchi “naturali”.
L’adesione al progetto parte da San Biagio della Cima e si rivolge a tutti i comuni limitrofi, riguarda tutti i produttori interessati ed è libera. In questa sezione del sito troverai un ritratto collettivo delle aziende agricole che operano nell’area del Parco. Il ritratto è in divenire, se sei interessato a farne parte clicca qui (link).

Approfondimento

Nell’ambito del progetto Bastu – laboratorio permanente per la formazione, la produzione e la creatività, realizzato per iniziativa del Comune di San Biagio della Cima con il contributo della Compagnia di San Paolo, i produttori del Parco Biamonti si sono incontrati per definire le caratteristiche e i risultati che si vogliono ottenere da un parco “produttivo”.
Dal confronto sono emerse istanze comuni e la necessità di mettere a punto strumenti idonei alla promozione dell’agricoltura e alla valorizzazione del patrimonio rurale, culturale e ambientale del territorio del Parco. Così è nata la “carta produttiva” (link) del Parco
Biamonti.

Chiudi il menu